Senologia, mammografia, ecografia mammaria

Senologia, mammografia, ecografia mammaria

diagnosi precoce del tumore alla mammella

Contattaci per fissare il tuo appuntamento

E’ importante scoprire il tumore alla mammella il più precocemente possibile. Scoprendo un tumore quando misura meno di 1 cm, la probabilità di guarigione è di oltre il 90%.

Fattori di rischio

  • Assunzione di farmaci a base di estrogeni e progestinici per terapia ormonale sostitutiva dopo la menopausa (il rischio è proporzionale alla durata del trattamento).
  • Obesità in età puberale o dopo la menopausa.
  • Scarsa attività fisica.
  • Scarso consumo di frutta e verdura e dieta ad alto apporto calorico.
  • Eccessivo consumo di alcol.
  • Fumo.
  • Fattori genetici (anche se solo il 5%-7% dei tumori della mammella sono dovuti a fattori genetici riconosciuti).
  • Un precedente carcinoma della mammella aumenta le probabilità di un secondo tumore alla stessa o all’altra mammella.

Come si previene

  • Modificare gli stili di vita significa eliminare gran parte dei fattori di rischio da cui dipendono oltre il 20% dei tumori al seno: uno stile di vita sano è il primo passo per prevenirne l’insorgenza.
  • Prestando attenzione a eventuali cambiamenti della mammella e comunicandoli al proprio medico; ogni donna dovrebbe effettuare un autoesame una volta al mese sin da giovane. I segni a cui prestare attenzione sono: nodulo mammario (si presenta duro rispetto alla normale consistenza della mammella), cute della mammella con caratteristiche che ricordano la buccia d’arancia, retrazione del capezzolo, indurimento della mammella, noduli ascellari.
  • Sottoponendosi a controlli periodici e programmi di screening (ecografia e/o mammografia abbinate a visita senologica).

Strumenti per la diagnosi precoce

Le donne dispongono di strumenti molto efficaci per la diagnosi precoce del tumore al seno, primo tra tutti la mammografia, affiancata dall’ecografia mammaria. Questi due esami sono sempre associati a una visita senologica, che consiste nell’osservazione e nella palpazione per chiarire eventuali situazioni sospette segnalate al medico dalla paziente.

Attualmente la MAMMOGRAFIA è la tecnica più appropriata e valida, soprattutto nelle donne al di sopra dei 40 anni. Le donne della fascia d’età tra i 50 e i 69 anni risultano statisticamente più a rischio, percò già dai 40 anni è consigliato sottoporsi a controllo mammografico con cadenza annuale.

L’ECOGRAFIA MAMMARIA è un’indagine semplice basata sull’emissione di ultrasuoni al fine di individuare eventuali formazioni all’interno del seno. Nelle donne tra i 20 e i 40 anni i risultati offrono maggiori informazioni rispetto a quelli della mammografia, a causa del tessuto ghiandolare più denso in questa fascia d’età. Non è un’alternativa alla mammografia, i due esami sono complementari.

Scopri gli altri servizi

Clicca qui per aggiungere il proprio testo